Una scritta umana in piazza della Resistenza a Scandicci per dire no al bullismo.

È l’iniziativa che si è svolta oggi per celebrare la prima giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo a scuola: circa 400 persone, tra ragazzi, bambini, genitori e insegnanti sono scese in piazza, insieme al Comune di Scandicci, per l’evento organizzato dall’Associazione Genitori Comprensivo Rossella Casini con il patrocinio del Comune di Scandicci.

L’iniziativa si è svolta sia nella mattinata, con una serie di incontri nelle scuole, sia nel pomeriggio con la scritta umana e l’esposizione di elaborati scritti e cartelloni, realizzati dai ragazzi, per sensibilizzare sul tema.