Radio Toscana promuove una grande campagna contro il bullismo, con l’hashtag #fermailbullismo.

L’iniziativa ha già ottenuto il Patrocinio di Presidenza del Consiglio dei Ministri, Regione Toscana e Comune di Firenze.

Ogni forma di comunicazione dell’emittente regionale sarà dedicata a sensibilizzare su un fenomeno dilagante, dalle conseguenze spesso gravi, che non riguarda solo il mondo giovanile e che deve essere contrastato con l’impegno di tutti. I numeri non possono lasciare indifferenti: secondo una recente indagine in Italia un adolescente su cinque è vittima fisicamente di bullismo, in quasi l’80% dei casi a scuola, mentre uno su dieci lo subisce online e sui social network. Solo 1 bambino su 5, però, informa un adulto di esserne vittima.

La campagna si inserisce pienamente nell’attenzione al sociale che da sempre caratterizza Radio Toscana, emittente radicata sul territorio che vanta l’apprezzamento delle istituzioni e delle forze dell’ordine con cui collabora da tempo su altri temi (contrasto all’uso di alcol, sicurezza stradale, contrasto al cyberbullismo ecc).

Il bullismo è sempre più diffuso sin nella più giovane età, assume varie forme e le azioni compiute sono preoccupanti e pericolose. è un fenomeno che non deve essere sottovalutato, ma affrontato da tutti per la sua gravità in modo deciso ed efficace.

Per questo l’hashtag scelto da Radio Toscana per la campagna è #fermailbullismo. Si tratta di un’assunzione di impegno e allo stesso tempo di un invito a non essere spettatori, ma ad intervenire con una reazione forte, importante e determinata. Occorre agire, mettere allo scoperto il bullismo che gli americani definiscono “un’epidemia silenziosa”, che Internet ha reso ancora più diffusa, ma meno evidente.

La campagna parte dalla Toscana ma sarà diffusa a livello nazionale ed è rivolta a tutti: ragazzi, genitori, insegnanti, istituzioni e media. Obiettivo: sensibilizzare sul tema, educare i ragazzi a prevenire, riconoscere e denunciare il bullismo. In questo saranno coinvolti testimonial nazionali e internazionali, ma anche cittadini di ogni età perché tutti si sentano responsabilizzati.

Il messaggio della campagna #fermailbullismo sarà diffuso in ogni forma e con ogni mezzo da Radio Toscana, strumento di comunicazione per eccellenza, vicino ai giovani, attraverso messaggi, spot e spazi in diretta dedicati al tema, utilizzo dei social ecc.

A questo impegno si affiancheranno tutta una serie di attività promosse per rendere la campagna il più virale possibile: realizzazione di magliette e gadget, iniziative nelle scuole, incontri, flash mob, presenza e promozione di eventi nei luoghi frequentati dai ragazzi (concerti, locali, teatri, campi sportivi ecc).